Profondità di Campo e 3 fattori che la condizionano

Nell’ambito della Profondità di Campo, dobbiamo partire da una considerazione tanto scontata quanto sempre più dimenticata dai più. Un obiettivo è in grado di mettere a fuoco solo a una precisa distanza. Tuttavia, i soggetti più vicini o più lontani rispetto al soggetto messo a fuoco possono comunque risultare all’occhio umano ugualmente nitidi. Si parla infatti di “nitidezza apparente“, ovvero, i soggetti sembreranno nitidi ma in realtà lo sfocato sarà così piccolo da non essere percettibile ai nostri occhi.

 

Tre modi per condizionare la Profondità di Campo

I fattori che determinano e condizionano la Profondità di Campo sono 3:

1 – L’Apertura del DIAFRAMMA

2 – La Lunghezza FOCALE

3 – La Distanza tra la Fotocamera e il Soggetto su cui si mette a fuoco

Purtroppo, tutti e 3 questi fattori sono difficili da gestire insieme. Non sempre si riesce a far in modo che lavorino in completa armonia. Può infatti capitare di dover usare un obiettivo grandangolare per avere una maggiore Profondità di Campo. Al tempo stesso il soggetto apparirebbe troppo piccolo e per ovviare a questo dovreste avvicinarvi. Giusto? Ma avvicinarvi al soggetto in questione comporterebbe ridurre nuovamente la Profondità di Campo.

Tutto questo si verifica in base a come settate, regolate o gestite i 3 fattori.

Ad esempio, un’apertura del Diaframma più aperto da minore Profondità di Campo, viceversa, un’apertura più piccola comporta maggiore Profondità.

Stessa cosa per quanto riguarda la Lunghezza Focale. Una Maggiore Lunghezza Focale equivale a una minore Profondità, mentre una minore Lunghezza Focale comporta maggiore Profondità.

Anche la distanza tra la Fotocamera e il soggetto su cui si mette a fuoco funziona allo stesso modo, Minore è questa distanza, minore è la Profondità di Campo ottenuta.

 

Cambiare l’Apertura del Diaframma

Più aperto è il diaframma che usi minore sarà la profondità di campo che ottieni. E questo non è uno svantaggio, ma una possibilità in più di gestire l’immagine rendendo meno importanti le parti fuori fuoco.

Profondità di Campo

1 – Diaframma f/2,8: messa a fuoco sui 4,5m con lo zoom su 70mm

2 – Diaframma f/8: messa a fuoco sui 4,5m con lo zoom su 70mm

3 – Diaframma f/22: messa a fuoco sui 4,5m con lo zoom su 70mm

 

Cambiare la Distanza di Messa a Fuoco

Più vicino è il soggetto su cui stai mettendo a fuoco, minore sarà la profondità di campo nella foto.

Profondità di Campo

1 – Obiettivo a fuoco sulla distanza di 1,5m: Diaframma f/8 con lunghezza focale di 70mm

2 – Obiettivo a fuoco sulla distanza di 3m: Diaframma f/8 con lunghezza focale di 70mm

3 – Obiettivo a fuoco sulla distanza di 4,5m: Diaframma f/8 con lunghezza focale di 70mm

 

Cambiare la Lunghezza Focale

Anche l’impostazione dello zoom o l’obiettivo che stai usando condiziona la profondità di campo. Minore è la lunghezza focale, maggiore è la profondità di campo ottenuta..

Profondità di Campo

1 – Lunghezza Focale 28mm: messa a fuoco sui 4,5m con diaframma f/8

2 – Lunghezza Focale 50mm: messa a fuoco sui 4,5m con diaframma f/8

3 – Lunghezza Focale 135mm: messa a fuoco sui 4,5m con diaframma f/8

 

L’anteprima della profondità di campo

Guardando attraverso il mirino non è possibile vedere gli effetti dell’apertura di diaframma sulla Profondità di Campo, perché nella fase d’inquadratura il diaframma è sempre aperto al massimo e si chiude solo al momento dello scatto, quindi prevedere il risultato finale è impossibile.

Però ci sarebbe un modo.

Se vuoi un’anteprima della Profondità di Campo, devi sapere che c’è un tasto sul tuo corpo macchina che ti permette di attivare questa funzione. Solitamente lo trovi sul fronte della macchina, lungo la linea dell’innesto per l’obiettivo.

Se lo premi e nel frattempo ruoti la ghiera di comando dell’apertura del diaframma, sarai in grado visualizzare direttamente nel mirino (o nello schermo se in modalità Live View) l’estensione della profondità di campo nella scena che stai inquadrando.

Attenzione, se cambi l’apertura del diaframma mentre sei in Live View, la visione non viene aggiornata. Per aggiornarla devi uscire ed entrare in modalità Live View.

Utilizzala perché è molto comoda come funzione.

 

Sfocato e Profondità di Campo

Vi anticipo, l’argomento di un articolo specifico sul tema in questione, che è lo SFOCATO IN FOTOGRAFIA (bokeh, in inglese) Si manifesta in presenza di una Profondità di Campo RIDOTTA.

Per ora vi basta sapere che i fattori che più determinano e controllano lo sfocato in una foto sono quattro:

1 – apertura ampia

2 – lunghezza focale elevata

3 – distanza dell’obiettivo dal soggetto ridotta

4 – distanza del soggetto dallo sfondo ampia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.